Martedì 29 Lug 2014
Stampa


Body Percussion

Il corpo che suona

 

Come facilmente intuibile dalla sua traduzione, body percussion significa: far diventare il corpo umano uno strumento musicale attraverso la percussione. Si tratta di una pratica certamente antica che riporta ai tempi in cui gli strumenti musicali, intesi come li concepiamo oggi, non erano ancora stati inventati. Troviamo testimonianza, infatti, di questa tecnica nella tradizione popolare di molti paesi tra i quali l’Indonesia, l’Etiopia e anche la Spagna, se pensiamo al tradizionale flamenco. Cosi come gli strumenti a percussione, anche un corpo umano se colpito, strofinato o accarezzato può produrre suoni la cui varietà, complessità e intensità dipendono da forza, fantasia e abilità. Ai suoni naturali prodotti camminando, battendo i piedi, strisciando mani o piedi, si aggiungono gli effetti della percussione sul petto, sulle gambe, sulle guance, lo schiocco delle dita e varie forme di battimani. Del resto è proprio attraverso la nostra capacità di emettere suoni che intentiamo i primi modelli comunicativi verso l’esterno.

Body percussion - non solo arte e ricreazione

Il body percussion, o l’arte di percuotere il corpo, è contemplata nel programma formativo proposto dall’Orff-Schulwerk. L’indagine sui suoni emessi dal corpo è indubbiamente uno dei cardini su cui poggia l’intera proposta formativa come avvicinamento alla musica.  Il battere le mani, lo schioccare le dita, il percuotere il petto, sono collegati nella produzione di ritmi e armonie. Partendo dal corpo, il soggetto accresce la padronanza della tecnica percussiva, esplorando un percorso conoscitivo che parte dal proprio "essere forma consapevole", sviluppando il coordinamento motorio attraverso la dinamica dei gesti combinata con l’ascolto. Il body percussion viene spesso, ed erroneamente, ritenuto una disciplina artistica o ricreativa, ma poca attenzione viene rivolta all’aspetto terapeutico della sua applicazione.

 

Body percussion - Nel mondo

Uno dei più noti solisti della body percussion è Keith Terry. Terry vive a San Francisco in California e nel 1980 ha fondato Crosspulse, una organizzazione non-profit dedicata alla creazione di performance basate sul ritmo, sulla musica e la danza interculturale. L'International Body Music Festival (IBMF) è un progetto organizzato da Crosspulse e che vede riuniti, ogni anno in diverse parti del mondo, i gruppi più rappresentativi della “musica del corpo”, dai famosissimi Stomp, che eseguono un genere musicale noto come “trash percussion” e che prevede l’impiego di strumenti non tradizionali combinati con la body percussion, ai brasiliani Barbatuques.  Le prime edizioni dell'International Body Music Festival si sono svolte negli Stati Uniti e da allora è un continuo viaggio itinerante per le capitali mondiali. L’ultima, nel 2012, si è svolta in Turchia ad Istanbul.

 

Body percussion - In Italia

In Italia i seminari riguardanti la musica del corpo sono tenuti da Ciro Paduano. Paduano si è dedicato alla didattica musicale formandosi attraverso corsi internazionali sulle metodologie dell’educazione musicale esistenti in Europa e negli Stati Uniti (Kodaly, Dalcroze, Orff, Gordon), cofondatore dell’OSI (Orff-Schulwerk Italiano) è ideatore e fondatore del gruppo spettacolo Olimpiasband formato da bambini e ragazzi dagli 11 ai 14 anni che offrno spettacoli di body percussion su tutto il territorio nazionale. 

 

Guarda i contributi web e video: Contributi Body Percussion